Festa delle Basüe + Spettacolo Pirotecnico.

Le Streghe son tornate…

Martedì 13 agosto si svolgerà a Loano la 25^ edizione della celebre “Festa delle Basüe” promossa dall’assessorato a turismo e alla cultura del Comune di #Loano e organizzata dall’Associazione Centro Culturale Polivalente di Loano in collaborazione con Ascom. Oltre quattrocento figuranti faranno rivivere l’epoca della caccia alle streghe che per alcuni secoli ha attraversato l’Europa, con la persecuzione di donne sospettate di compiere atti di magia quali sortilegi, malefici, fatture e legamenti.

A ricreare l’atmosfera di quel tempo passato saranno i giochi di fuoco di abili giocolieri che a partire dalle 21 in piazza Italia daranno vita ad un “sabba infuocato” e si sfideranno tra una moltitudine di fiamme, accompagnati dalle sonorità medievali suonate dal vivo. La musica accompagnerà anche il “sabba delle streghe”, interpretato con originali coreografie dalle ballerine della scuola civica “Attimo Danza” di Lorella Brondo.

Il rullare dei tamburi annuncerà il processo e la condanna per stregoneria. La strega, incatenata e posta nella gabbia, sarà condotta al rogo dall’austero Torquemada con il seguito di armigeri, inquisitori, nobili e popolani. Il corteo, che prenderà il via alle 22 e attraverserà le vie del centro, sarà arricchito dalla presenza di un fantasioso carosello di personaggi sui trampoli e da gruppi di streghe che danzeranno a ritmi incalzanti.

Ad aprire la sfilata saranno il Sole e la Luna con scintillanti abiti e la Grande Strega del vento. Dietro di loro sacerdotesse, satelliti e stelle. Poi toccherà a tamburini, chiarine e sbandieratori e creature magiche del bosco. Accanto agli artisti di strada, protagonisti della sfilata storica saranno i turisti e i residenti di ogni età, che avranno l’opportunità di indossare costumi e acconciature per trasformarsi in streghe, maghi e diavoletti.

Gli abiti, che ogni anno nascono dalla fantasia di Giovina Mannelli, ideatrice della festa, possiedono una qualità sartoriale unica per la caratteristica lavorazione a mano, per la ricercatezza delle finiture realizzate da team di sarte volontarie. Giovina Mannelli e Loredana Icardo guideranno la regia della manifestazione.

Il corteo percorrerà il centro storico, il lungomare, e alle 23 raggiungerà la spiaggia sotto il molo Francheville dove la strega sarà bruciata.

Alla stessa ora nel cielo si alzeranno le luci e gli scoppiettii dello spettacolo pirotecnico. Creazioni originali con forme a fontana, a sfera e ad effetto pioggia si incroceranno nel cielo formando un magico gioco di luci colorate, una scoppiettante scenografia che creerà un’atmosfera avvolgente. Luce, forma, colore e ritmo comporranno uno spettacolo originale e unico.

Prima e dopo la sfilata in centro si potranno trovare tante “degustazioni diaboliche”.

Cosa fare a Loano. Loano e dintorni da visitare.

Belle spiagge, clima mite e un entroterra ricco di storia: una meta ideale per una vacanza.

Riviera di Ponente

Se vi piace la vacanza dove ogni comfort è a portata di mano, i bambini hanno a disposizione belle spiagge e parchi giochi ed è possibile praticare tanti sport all’aria aperta, il Loanese è la zona che fa per voi.

Relax nei tanti stabilimenti balneari sul lungomare, passeggiate per le botteghe del centro tra prodotti tipici e artigianato: a Loano e Pietra Ligure non manca proprio nulla.

Grotte di Toirano

Nell’immediato entroterra spicca Toirano, con le famosissime grotte preistoriche. Oppure visitate un paese fantasma: Balestrino, dal fascino tutto particolare.

balestrino.pg

 

Gli ingredienti della Liguria a Finalborgo la versione Off del Salone Agroalimentare. Dal pesto all’olio, dal vino all’orto: tante prelibate occasioni

GLI INGREDIENTI DELLA LIGURIA.

image

Il 14 e 15 marzo a Finalborgo la versione Off del Salone Agroalimentare. Dal pesto all’olio, dal vino all’orto: tante prelibate occasioniQuest’anno, grazie all’Expo di Milano, il Salone Agroalimentare raddoppia: appuntamento a marzo, tra qualche giorno, e replica a maggio.

image

Per il salone Agroalimentare Off, in programma il 14 e 15 marzo (orario dalle 10 alle 20), l’allestimento è quello tradizionale e unico all’interno del complesso monumentale di Santa Caterina, gioiello di Finalborgo. L’area espositiva che sarà allestita all’interno dei chiostri, del giardino botanico, dell’oratorio dei Disciplinanti, sarà suddivisa in aree tematiche. Non mancheranno le più celebrate prelibatezze made in Liguria, a cominciare da olio, pesto, focacce salate, pesce, vini e prodotti dell’orto. Per i partecipanti laboratori, workshop, incontri. saloneagroalimentareligure.org